Cicap Stop Blocchiamo la Disinformazione Assassina di Stato

Cicap Stop Blocchiamo la Disinformazione Assassina di Stato
Pagina Facebook,pigia sull'immagine e iscriviti per ricevere ulteriori informazioni e notizie.

domenica 4 ottobre 2015

Lo spionaggio psichico negli USA


Storia della guerra psicologica durante la guerra fredda USA-URSS, quando gli statunitensi utilizzarono alcune spie psichiche, e dei loro principali successi.

L'uso della parapsicologia e dei poteri Extrasensoriali a scopo di spionaggio ha precedenti probanti che risalgono, almeno per quanto se ne sa, ai tempi biblici; infatti nel Vecchio Testamento si racconta di come il profeta Eliseo usasse le sue facoltà ESP per salvare i soldati di Israele da cocenti sconfitte militari.

Poi con la guerra fredda tra l'ex URSS e gli USA si pensò di sfruttare e utilizzare particolari soggetti per penetrare nei luoghi e forsanche dentro le menti degli addetti a progetti top-secret. Tali esperimenti, detti di "remote viewing" ovvero di "visioni a distanza", alcuni soggetti dotati di poteri ESP proiettavano le loro menti anche su menti altrui per poter riuscire a provocarne follia, mutilazioni e quantaltro affinchè si riuscisse a creare caos e confusione in campo nemico.

Uno di queste spie psichiche fu Joseph McMoneagle che vi lavorò dal 1977 al 1984, fu uno dei primi sei col numero di codice "RV01", conosciuti come "The Naturals" e riuscì insieme ai propri colleghi a raggiungere dal 50 % all ' 85 % di successi, contribuendo alla comprensione di progetti e idee che erano solo nelle menti degli ideatori. I principali successi sono elencati qui.

----

Che dire allora di certe organizzazioni pseudo-scientifiche (CICAP, Superquark e compagnia bella) che dicono di indagare sul paranormale con la finalità più o meno dichiarata di negarne l’esistenza? Possiamo ancora credere che siano in buona fede, dopo avere scoperto che esistono tanti esperimenti scientifici rigorosamente controllati che provano la realtà del cosiddetto paranormale, e che persino le nostre esperienze quotidiane provano l’esistenza di facoltà ESP?

E come mai queste organizzazioni si preoccupano tanto di negare l’esistenza degli UFO (che poi di per sé non vuol dire necessariamente velivoli alieni, ma velivoli non identificati), l’esistenza del paranormalel’esistenza delle civiltà antidiluvianele scie chimiche, continuando a negare, negare, negare, fino a rasentare il ridicolo? Forse perché tutte queste cose sono fin troppo vere ma troppo scomode per l’apparato di potere?

Ma perché tali organizzazioni dovrebbero negarci l’accesso a simili informazioni verificabili sia tramite esperimenti scientifici che tramite l’attenta osservazione quotidiana? Forse se ci fossero molte persone coscienti di tali poteri potrebbero utilizzarli a fin di bene, sia per facilitare i processi di guarigione (abbiamo visto nel paragrafo 2 come sia intento di chi ci governa renderci deboli e malati) che per irradiare (con la meditazione compassionevole e con l’esercizio positivo dell’intenzione) messaggi di amore che rafforzino la coesione degli esseri umani che vengono divisi per finalità bieche di dominio. Alcuni degli esperimenti più interessanti sviluppati dal PEAR, ma anche da altri istituti, mostrano come l’effetto dei nostri poteri mentali sia cumulativo, e che se ci si applica in molti nel tentativo di modificare la realtà col pensiero l’effetto è maggiore; è un effetto di coerenza dell’intenzione che assomiglia molto a quello della risonanza o dell’interferenza costruttiva dei fenomeni ondulatori.

Se molti uomini sviluppassero i propri poteri mentali potrebbero anche affinare l’intuito (un’altra “facoltà nascosta” della nostra mente) per vedere più chiaramente quello che sta accadendo intorno a loro e come il potere li stia avvelenando e manipolando. Per adesso il potere criminale che ci sovrasta ha fatto in modo che la gente che conosce i poteri della mente non fosse ben cosciente delle logiche di predominio e sfruttamento delle élite che ci governano (e così abbiamo molte persone che utilizzando la meditazione e la focalizzazione dell’intenzione su obiettivi limitati) mentre le persone che sono ben coscienti di come i potenti stiano depredando e sfruttando i loro sudditi vivono ancora nell’ignoranza delle proprie potenzialità mentali. Tale divisione credo sia fortemente voluta dai poteri che ci sovrastano; se un giorno si realizzasse una forte commistione di queste due categorie assieme ad una rinnovata presa di coscienza della realtà che ci circonda (vedi ad esempio le scie chimiche) il potere delle élite che dominano il mondo potrebbe iniziare a scricchiolare.

http://scienzamarcia.altervista.org/app6.html

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.